Da San Paolo a Seoul: prossime fiere

24 aprile 2013
Da San Paolo a Seoul: prossime fiere

ExpoVinis Brazil è il più importante evento in America Latina per il settore del vino ed un punto di riferimento per il mercato mondiale. Allo stesso tempo, Seoul International Wine & Spirits Expo è la prima fiera  per il vino e distillati in Corea del Sud. Enoteca Regionale Emilia Romagna porta i vini delle aziende socie alle fiere più importanti al mondo, per creare nuovi sbocchi di mercato e consolidare i rapporti commerciali esistenti.


EXPOVINIS BRAZIL

Dal 24 al 26 aprile 2013 Enoteca Regionale sarà presente nello spazio Italia del Padiglione Blu, allo stand 109 su circa 50 m2 dedicati ai prodotti tipici della regione. Al banco d'assaggio saranno presenti i vini di Cantine Quattro Valli (PC), Ca’ De Medici (RE), San Patrignano (RN) e Trerè (RA). Avranno invece uno spazio personalizzato le aziende Cantine Sgarzi (BO), Gruppo Cevico (RA), Cantine Quattro Valli (PC), Poderi Dal Nespoli (FC) e Ariola (PR).

Il Brasile occupa attualmente il quinto posto tra i consumatori di vino di tutto il mondo. I prodotti italiani hanno presenze forti, ma nel segmento vino i forti dazi doganali all’importazione pesano molto. Ciononostante L’Italia è il quarto esportatore in Brasile dopo Cile, Argentina e Francia.

SEOUL INTL WINE & SPIRITS EXPO

Dal 25 al 27 aprile 2013 a Seoul l'appuntamento con International Wine & Spirits Expo è presso il 3° piano di COEX. Enoteca Regionale Emilia Romagna avrà uno spazio nel Pad C, Stand D12.Ogni anno presso la Hall C COEX di Seoul si registrano circa 200 espositori provenienti da tutto il mondo ed oltre 15 mila visitatori, che quest'anno potranno degustare al banco d'assaggio dell'Emilia Romagna i vini di Gallegati (RA), Ariola (PR), Ottaviani (RN), Branchini (BO), Ca’ de Medici (RE), San Patrignano (RN), Collina dei Poeti (RN), Cantine Sgarzi (BO), Puianello (RE), Treré (RA), Bissoni (FC), Merlotta (BO).

Le aziende che espongono con un proprio stand sono invece Gruppo Cevico (stand E13-E14) e Cantine Sgarzi (stand D11).

Dopo le Olimpiadi a Seoul del 1988, le abitudini gastronomiche dei coreani hanno cominciato a cambiare, grazie anche all’apertura di diversi ristoranti occidentali. Questo nuovo fenomeno ha incoraggiato l’importazione del vino, prima considerato una bevanda di lusso. Grazie all’accordo siglato a Bruxelles tra UE e Corea del Sud sul libero scambio il paese è diventato di grande interesse per le opportunità commerciali, dato che in questa fase di transizione si prevede l’eliminazione dei dazi doganali sui prodotti agricoli.

Tag cloud