HOFEX 2013: il vino emiliano romagnolo punta al cuore dell’Asia

07 maggio 2013
HOFEX 2013: il vino emiliano romagnolo punta al cuore dell’Asia

Hong Kong è un centro del commercio del vino in costante crescita da quando, nel febbraio 2007, ha eliminato i dazi e le tasse sull’importazione. Nel 2017, secondo le stime, potrà intercettare il 33% del vino importato in Asia. Proprio per cogliere gli sbocchi commerciali che questo hub offre ai prodotti enoici sul continente asiatico, dal 7 al 10 maggio Enoteca Regionale Emilia Romagna è presente alla fiera biennale HOFEX insieme ai partner del progetto Deliziando, promosso dalla Regione e da Unioncamere Emilia Romagna.

Al grande banco d’assaggio dei vini della regione, situato in HALL 3B-E, Stand 3C-330 sarà possibile assaggiare i vini di aziende provenienti da diverse province emiliano romagnole: Ariola (PR), Bissoni (FC), Branchini (BO), Ca’ De Medici (RE), Cevico (RA), Collina dei Poeti (RN), Donelli (RE), Sgarzi (BO), Merlotta (BO), Monticino Rosso (BO), Puianello (RE), San Patrignano (RN), Torre Fornello (PC) e Trerè (RA).

Nello spazio dell’Emilia Romagna gli oltre 30.000 visitatori attesi all’Hong Kong Convention & Exhibition Centre potranno inoltre visitare gli stand delle aziende Cevico e Donelli e incontrare di persona i responsabili delle 10 aziende dell’agroalimentare che occuperanno gli spazi messi a disposizione dal progetto Deliziando.

Attualmente il mercato asiatico rappresenta circa il 7% del consumo globale di vino in valore, di cui solo una parte proviene dalle importazioni. Ciò che rende interessante questo continente è però la crescita attesa nei prossimi cinque anni, i cui tassi toccano il 10-20% all’anno per giungere, nel 2017, a un valore delle importazioni pari a 1,5 miliardi di dollari USA. Il principale mercato, quello cinese,  da solo acquisterà nel 2017 vino per 870 milioni di dollari.

Tag cloud