Vignaioli in Enoteca insieme ai prodotti d’eccellenza dell’Emilia Romagna per un abbinamento da veri intenditori

06 marzo 2014
Vignaioli in Enoteca insieme ai prodotti d’eccellenza dell’Emilia Romagna per un abbinamento da veri intenditori

Dal 22 marzo potrete degustare i vini dei produttori soci di Enoteca Regionale insieme a Parmigiano Reggiano, salumi di Mora Romagnola, i formaggi del Caseificio Rosola e quelli di San Patrignano

I pomeriggi di "Vignaioli in Enoteca" si arricchiscono di gusto: dal 22 marzo i prodotti d’eccellenza della gastronomia emiliano romagnola accompagneranno gli assaggi di vino offerti dai produttori ospiti all'Enoteca di Dozza. Assaggi di Parmigiano Reggiano 18-24-32-45 mesi, salumi di Mora Romagnola e Cinta Senese, Parmigiano ottenuto dal latte di pura Razza Modenese (presidio Slow Food), formaggi di San Patrignano e formaggi di capra arricchiranno le degustazioni dei vignaioli per giocare con gli abbinamenti tra cibo e vino. 

Come di consueto, i vignaioli ospiti di Enoteca saranno disponibili per offrire un assaggio gratuito dei loro vini e per condividere alcune curiosità sull'azienda e sulle modalità di vinificazione, inoltre nei pomeriggi di sabato 22 e 29 marzo, 19 e 26 aprile, 24 e 31 maggio (dalle 15 alle 18.30) sarà possibile accompagnare la degustazione con i prodotti d’eccellenza del territorio aggiungendo un piccolo contributo.

I dettagli di ogni appuntamento:

- 22 marzo: verticale di Parmigiano Reggiano della Latteria Tullia, una delle realtà colpite dal terremoto del 2012.

Il Parmigiano Reggiano è uno dei prodotti italiani più conosciuti al mondo, ma anche uno dei più contraffatti e negli anni il continuo aumento della produzione lo ha reso in molti casi un prodotto sottovalutato o addirittura svalutato. Uno degli ingredienti principali per potere avere un grande Parmigiano è il tempo; in questa degustazione andremo in profondità con il supporto di una latteria della pianura Reggiana, assaggiando Parmigiano Reggiano 18-24-32-45 mesi. [9 euro a persona]

- 29 marzo: i salumi di Mora Romagnola allevata allo stato brado, Macelleria Zivieri.

La macelleria Zivieri ha segnato un po’ la storia gastronomica della nostra regione negli ultimi anni attraverso un importantissimo lavoro di promozione dei prodotti dell’Appennino Bolognese. Vi proponiamo una selezione dei salumi che producono da animali di razza Mora Romagnola o Cinta Senese: Mortadella, Salame Gentile, coppa estiva, prosciutto cotto. [10 euro a persona]

- 19 aprile: il Parmigiano Reggiano e i latticini del Caseificio Rosola.

Il Caseificio Rosola di Zocca è uno dei più alti di tutto il consorzio (a 690m sul livello del mare) e uno degli unici due a fare il Parmigiano di pura Razza Modenese (presidio Slow Food dal 2006). Un caseificio minuscolo con una produzione limitatissima: 6 forme di bianca prodotte ogni giorno, di cui solo 2 di Razza bianca biologica. La degustazione comprenderà: Parmigiano di Montagna 24 - 30 mesi, Parmigiano di Razza Bianca 24 - 30 mesi, ricotta di Razza Bianca. [9 euro a persona]

- 26 aprile: i formaggi di San Patrignano, tra cui vari tipi di Pecorino, in foglia di noce, fieno, fossa, formaggio di Fossa di capra.

San Patrignano è una realtà nota non strettamente per motivi gastronomici. Ma la verità è che il lavoro di San Patrignano per il reinserimento dei giovani passa attraverso il lavoro artigianale d’eccellenza. Per questo fra i loro prodotti si trovano alcuni dei migliori formaggi (e non solo) della nostra regione, come vari tipi di Pecorino, in foglia di noce, fieno, fossa, formaggio di Fossa di capra. [9 euro a persona]

- 24 maggio: i salumi dell'Azienda Agricola Zavoli, una delle aziende iconiche dell'allevamento della Mora Romagnola e di altre razze autoctone della Romagna (sia di polli che di manzo). Gli animali vengono allevati in stato semi brado con gli stessi cereali prodotti dell'azienda.

Alla degustazione potrete provare prosciutto di spalla di Mora Romagnola, lardo affinato nelle foglie di tabacco affumicate, il tarese, il salame gentile affinato nella cenere. [9 euro a persona]

- 31 maggio: i formaggi di capra della Fattoria i Piani.

I formaggi caprini della famiglia Feltrin sono diventati oggetto di culto per moltissimi negli ultimi anni. L'allevamento biologico di capre produce lo straordinario latte lavorato dalla sapienza francese di Sandrine. Un connubio che per molti versi ha rivoluzionato il panorama dei formaggi dell'Emilia Romagna. Proveremo: la caciotta, il blu e i formaggi di ispirazione francese. Tutti rigorosamente bio e made in BO. [9 euro a persona]

 

Per informazioni: tel. 0542 367700; e-mail: info@enotecaemiliaromagna.it

Tag cloud