Ma quanto mi costi! Vino al ristorante e soluzioni anticrisi

20 settembre 2013
Ma quanto mi costi! Vino al ristorante e soluzioni anticrisi

Di Marta Geri

In Italia si consuma sempre meno vino. Questa tendenza ormai in atto da tempo, negli ultimi anni si è accentuata anche presso i ristoranti. 

Se una parte della responsabilità è stata indubbiamente dell'inasprirsi del codice della strada per quanto riguarda l'alcol al volante, anche i prezzi del vino negli esercizi di ristorazione gioca un ruolo. Da un'indagine presentata ancora nel 2002 emergeva che in molti ristoranti il prezzo del vino veniva ricaricato di 3 volte con punte di fino a 5 volte il prezzo di acquisto. Così una bottiglia che esce dalla cantina a 4 euro, al tavolo può costarne più di 20. Insomma, capita troppo spesso di bere vini mediocri a un prezzo esoso. 

Se si considera il vino al calice ovviamente i ricarichi sono ancor più elevati: un calice viene venduto sostanzialmente a un prezzo pari a quello di acquisto dell'intera bottiglia, o anche superiore, come avviene più di frequente nel caso dei vini a Indicazione Geografica Tipica. Si capisce che in questo caso il ristoratore si tuteli anche per il vino che, avanzando, debba poi essere gettato via, ma è anche vero che basta una gestione oculata a consentire la proposta di un prezzo equo e senza sprechi.

La buona notizia è che, mentre il cliente è sempre meno incline a farsi spennare, una parte della ristorazione si sta finalmente adeguando alle nuove richieste del mercato. Da una parte, sono numerosi gli esercizi che, come avviene da anni negli USA, si attrezzano per consentire alla clientela di portare a casa la bottiglia di vino non finita, dall'altra si sta poco a poco diffondendo l'abitudine del "bring your own wine": il cliente porta il proprio vino e il ristoratore applica una quota "a tappo" per il servizio.

In Emilia Romagna il primo ristorante a proporre il "porta il tuo vino" è stato la Trattoria Amerigo 1934 di Savigno, ma oggi sono numerosi i ristoranti della regione che consentono di arrivare con la bottiglia, anche se è sempre meglio chiedere conferma quando si prenota. Tanti inoltre apprezzano particolarmente il cliente che portandosi la bottiglia la faccia diventare un momento di condivisione e dialogo con l'oste!

Qui sotto trovate un elenco dei ristoranti della regione che, stando alle segnalazioni ricevute, hanno sposato questa filosofia:

Vintage Restaurant - Castel San Pietro Terme (BO)

Osteria numero 7 - Pianoro (BO)

Ristorante Marconi - Sasso Marconi (BO)

Uinauino - Castel San Pietro Terne (BO)

Ristorante Al Cambio - Bologna (BO)

Antica Osteria Romagnola - Bologna (BO)

Ristorante Acqua Pazza - Bologna (BO)

Osteria Il Grano di Pepe - Ravarino (MO)

La Mistica, amor di cibo - Carpi (MO)

Fermoposta - Cesena (FC)

Ristorante Corte degli Sforza - Cotignola (RA) Portate pure il vino da casa ma offritene un assaggio al ristoratore!

Agriturismo La Sabbiona - Faenza (RA) Comprensibilmente chiedono che almeno uno dei vini in tavola sia della loro cantina.

Ristorante Al Deserto di Cervia (RA) organizzano serate settimanali "porta il tuo vino".


Se conoscete altri ristoranti della regione che consentono di portare da casa il proprio vino segnalateli a comunicazione@enotecaemiliaromagna.it

Tag cloud