Modificato il disciplinare dei vini IGT Emilia

01 agosto 2013
Modificato il disciplinare dei vini IGT Emilia

“Più investimenti sul territorio, maggiore legame allo stesso e controlli rigorosi su tutto il prodotto. In questo si traduce la modifica del disciplinare del vino lambrusco Igp Emilia decretata, nell’ultimo giorno utile, dal Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali”. E’ un Davide Frascari raggiante quello che annuncia un fatto che ha ripercussioni sul tessuto produttivo emiliano ma, anche, sui consumatori di tutto il mondo, dato che il Consorzio Tutela vini Emilia Igt, da lui presieduto, rappresenta il 76% dei viticoltori e del 79% delle superfici delle aziende consorziate tra Reggio e Modena: 6.595 ettari di vigenti Igt con una produzione di 1,5 milioni di quintali di uva e 1.200.000 ettolitri di vino Igt esportati.

Quali le principali modifiche del disciplinare “Igt Emilia”?

1) il processo di frizzantatura (il naturale processo per cui, nelle autoclavi, lo zucchero evolve in alcool e anidride carbonica che darà le tipiche bollicine) potrà avvenire solo nella zona di produzione. Sono evidenti i risvolti di investimento e attività che potranno avvenire nella zona di produzione, dove stimiamo picchi di incremento del 20/30% della forza lavoro.

2) si riduce ‘il taglio’, cioè l’aggiunta di altri vini meno pregiati del Lambrusco che, d’ora innanzi, non potrà essere superiore al 15%.

3) il nuovo piano di controlli predisposto da Valoritalia prevede la verifica di tutte le masse di vino in uscita. Il Lambrusco già frizzante che andrà fuori dal territorio per essere imbottigliato dovrà essere interamente campionato, con lo scopo di ridurre il più possibile i rischi di frode per il mondo del Lambrusco.

L’Igt Emilia ha un fatturato di 84 milioni d’euro che per lo più è legato all'esportazione: per il Lambrusco Igt il mercato nazionale è infatti solo del 15%, mentre il restante 85% è destinato all’estero (40% Ue e 45 extra Ue)”.

Eccellenza del Lambrusco: un rosso frizzante, a ridotto grado alcolico, moderno e capace di affermarsi tra i giovani, con giusta collocazione qualità prezzo.

Qui sotto è possibile scaricare testo originale del decreto 31 luglio 2013.

Tag cloud