Parte dalla Russia il nuovo anno di Enoteca

Parte dalla Russia il nuovo anno di Enoteca

Dall’11 al 15 febbraio l’enologia emiliano romagnola sarà presente al Prodexpo di Mosca

Il 2019 di Enoteca Regionale Emilia Romagna si apre con un appuntamento internazionale oramai diventato un punto fisso nella programmazione fieristica dell’Ente, il cui compito è quello di promuovere le eccellenze enologiche emiliano romagnole in giro per il mondo: il Prodexpo di Mosca. Appuntamento dall’11 al 15 febbraio in Russia.

Con più di 2.300 espositori provenienti da 65 Paesi di ogni continente e 100mila mq di superficie, Prodexpo è la più grande fiera internazionale di prodotti alimentari, bevande e materie prime per il mercato russo e dell’Est Europa. L’edizione del 2018 ha registrato la partecipazione di oltre 61.000 professionisti del settore.

Enoteca Regionale proporrà nel proprio stand un interessante banco d’assaggio con i vini delle aziende: San Patrignano di Coriano (Rn), Cantina Poletti di Imola (Bo), Cantine Sgarzi di Castel San Pietro Terme (Bo), Cantina di Carpi e Sorbara (Mo), Gavioli Antica Cantina di Nonantola (Mo), Cantina Ceci di Torrile (Pr), Mossi 1558 di Ziano Piecantino (Pc) e il Gruppo GIV.

A Mosca in rappresentanza dell’Emilia Romagna enologica sarà presente anche il Gruppo Cevico con un proprio stand.

Il vino italiano è di fatto al primo posto nel mercato russo, superando Francia e Spagna, con una quota pari al 28,8%. I dati dimostrano come ormai il vino italiano si stia lasciando alle spalle la crisi degli ultimi anni e come il prestigio del prodotto rappresenti, per le cantine italiane, una potenziale spinta per entrare o consolidare la propria presenza nella Federazione Russa.